Il Tantra: la Via per Evolvere

Il Tantra ha come obiettivo principale quello di capire e comprendere l’universo partendo dall’uomo, partendo quindi dal microcosmo per meglio definire il macrocosmo. Quindi il tantra, in questi termini, si definisce come un metodo olistico per la comprensione di quello che ci circonda e ci comprende: l’Universo. Partendo dalla medicina tradizionale indiana, Ayurveda, passando per le principali scienze come l’astronomia, la matematica, la fisica, il tantra, in particolare il massaggio tantra, mette insieme tutti questi studi e li ordina come le perle di un rosario, ponendosi l’obiettivo principale di creare strumenti utili nella quotidianità di noi tutti.

Al contrario, quindi, della separazione della conoscenza umana, il tantra fa tutto il contrario disponendo tutta la conoscenza in un filo continuo creando uno strumento per elevare lo stato fisico, mentale ed ovviamente spirituale di uomini e donne.

Quanto appena detto sottolinea il fatto che il tantra considera la vita come un albero (il macrocosmo) con i suoi rami, ma non studia singolarmente i suoi rami, ma il tutto. Ecco quindi che il macrocosmo, l’albero, diventa una complessa organizzazione di vari elementi i quali vengono organizzati e rispondono ad un’unica legge – il dharma – che diventa base essenziale della loro natura, senza la quale non potrebbe esistere la vita.

Il Tantra è prima di tutto conoscenza e si prefigge di spiegare e comprendere le leggi ed i fenomeni che governano l’esistenza per giungere fino ad utilizzarla al livello individuale. E’ proprio nel Kashika Vritti che questo concetto viene ulteriormente sottolineato: “Tantra è la conoscenza che espande corpo, mente e coscienza.”

Tantra è la Conoscenza che Espande Corpo, Mente e Coscienza

Ecco che entrano in gioco i tre stati più importanti della nostra vita: la veglia, il sogno, il sonno profondo. Il tantra ha come finalità ultima proprio quella di cercare di permeare e filtrare la consapevolezza in questi tre stati di coscienza.
Tuttavia, l’unico modo per arrivare a questo scopo è lavorare su tutto il nostro corpo, come farebbe un programmatore quando sviluppa il suo programma: dobbiamo “riprogrammare” il nostro computer, ma prima di far ciò è necessario “dimenticare” ed effettuare una sorta di “deprogrammazione”.

Sappiamo di certo che quando veniamo al mondo, dove nasciamo in quale contesto sociale, familiare e culturale cresciamo, il patrimonio genetico che ereditiamo costituiscono il nostro “sistema operativo di base”. Pertanto se non abbiamo grandi pretese e non ci preoccupiamo di affrontare la nostra vita senza farci particolari problemi allora non avremo nessuna necessità di cambiare.
Tuttavia, se ci troviamo ad affrontare grandi difficoltà o semplicemente vogliamo andare oltre il nostro sistema di base dobbiamo necessariamente intervenire con un radicale cambiamento per modificare il “programma” di base.
Ecco che il Tantra entra in gioco e ci viene in aiuto fornendoci sia gli strumenti che il metodo di applicazione degli stessi.
Ci insegna a identificare i diversi fattori che influenzano pensieri e sentimenti ed a trascendere gli ostacoli che, nascendo da ignoranza, intolleranza, attaccamento alla nostra natura animale ed egoismo, ci impediscono di evolvere.

L’insegnamento fondamentale del Tantra sarà proprio quello di intervenire al livello più profondo del nostro essere animale e tutto ciò che influenza i nostri pensieri e sentimenti, facendoci saltare e superare tutti quegli ostacoli come l’ignoranza, l’egoismo, l’intolleranza che ci tengono ancorati alla nostra natura originaria e che non ci permettono di evolvere e crescere in uno stato di consapevolezza più profonda.
Intervenendo proprio sui pensieri più profondi e sui sentimenti che il Tantra invaderà la nostra vita con la pace, l’ordine e l’armonia. Il Tantra ci aiuta quindi a trovare il punto di congiunzione ed il centro su cui far leva per liberarci da ogni limite e catena che ci tiene rinchiusi nella nostra pesudo-vita.

Cos’è il Tantra ultima modifica: 2016-04-26T16:11:45+00:00 da Luisa