07Ago
By: Luisa Acceso: agosto 07, 2016 In: Massaggio Tantra Commenti: 0

Il Tantrismo è una categoria filosofica a parte e lo si può definire in generale come una via pratica ai poteri sovrannaturali e alla liberazione; consiste nell’uso di pratiche e tecniche specifiche (rituali, corporee quali i massaggi e anche mentali), che sono sempre associate a una dottrina particolare. Il massaggio Tantrico in antichità era riservato solo ai maestri Guru e Asceti nel loro cammino della realizzazione del sé e l’unione col Divino ad opera delle cosiddette Tantrika cioè una iniziata e una trasmissione della dottrina (saṃpradāya) di maestro in maestro.

Si definisce tāntrika la praticante, colui o colei cioè che segue il percorso spirituale descritto nei testi antichi e che è l’unica in grado di eseguire rituali corporei x sublimare l’energia (sàkti) potente della vita e cioè quella sessuale per il ricongiungimento dell’anima al Divino, a Dio. Una caratteristica comune alle varie tradizioni e interpretazioni tantriche è la coppia (yamala): ogni dio è compagno di una dea, per esempio Śiva con Pārvatī, o anche con Durgā o Umā; Viṣṇu con Lakṣmī; Bhairava con Tripurasundarī; Kṛṣṇa con Rādhā; eccetera.

Anche nelle tradizioni śākta, dove è la Dea a essere considerata Essere Supremo (per esempio Kālī o Kubjikā), pur se meno appariscente, è presente la divinità maschile, quasi sempre Śiva, l’uomo e la donna quindi sono ritenuti rappresentazioni concrete della coppia divina, e l’unione sessuale ritualizzata è mezzo per il raggiungimento del samādhi.

Tra i vari rituali e pratiche tantriche (yoga, puja, yantra, mantra) troviamo i riti sessuali che generano contrasto fra il sesso e il fine spirituale della liberazione, in alcune tradizioni tantriche, guardando all’eros come la via maestra per accedere al divino, l’eros è qui inteso come principio presente in diverse forme, non solo nei riti e nelle pratiche, ma anche nelle speculazioni metafisiche, nella teologia, nella mitologia, nei pantheon e nello yoga.

Tra i vari rituali di sublimazione dell’energia sessuale abbiamo infine e non per ultimo il Massaggio Tantrico ossia la stimolazione di Yoni e Lingam accompagnate in sintonia con la stimolazione dei punti energetici muscolari di tutto il corpo per una corretta e importantissima fluidità dello scorrimento delle energie vitali .
Per il tantrikā il mondo è permeato di potenze divine, energie che è possibile manipolare con la corretta esecuzione dei rituali di cui un vero Tantrika ne è pienamente padrone. Il rito tantrico è spesso molto articolato, e implica non soltanto la gestualità e l’oralità, ma anche la visualizzazione interiore e tecniche di respirazione. Il coinvolgimento del corpo può essere tale da alterare lo stato di coscienza dell’officiante.

La pratica di culto più comune è la pūjā, l’omaggio a una divinità. Il rituale è sostanzialmente diviso in due parti: la purificazione e divinizzazione del corpo dell’officiante (“culto interiore”); l’omaggio vero e proprio (“culto esteriore, MASSAGGIO”). La prima parte consiste nel rendere il corpo dell’officiante degno di poter eseguire l’omaggio, e prevede pratiche di purificazione con lavacri e mantra, seguito da pratiche di visualizzazione e respirazione. La seconda parte continua con mantra e pratiche di respirazione e visualizzazione e l’inizio del vero e proprio rituale di Massaggio Tantra.

Dopo la purificazione e la respirazione che continua in modo consapevole e molto rilassata, il Massaggio ha inizio in maniera delicata, profonda e lenta. Per sperimentare in modo completo, consapevole e estremamente intenso le sensazioni e gli effetti di un Massaggio Tantra è indispensabile affidarsi ad una Tantrika in maniera “passiva”….lasciarsi guidare instaurando pian piano un rapporto silenzioso di fiducia.. ascolto dellle sensazioni.. e fusione totale che permette altresì uno scambio energetico importantissimo tra maschile e femminile che potenziano l’anima e l’enegia vitale di entrambi…

L’iniziazione con il Massaggio Tantra ha una valida interpretazione ed esecuzione qui in occidente.. la risposta è estremamente più efficace che per tutti gli altri rituali, e approcciandosi in maniera corretta oltretutto si viene pervasi dagli effetti benefici sin dalle primissime sedute…i benefici più semplici sono serenità d’animo, lucidità mentale, accresciuta sicurezza e autostima, e una sensazione di immensa amorevolezza verso il prossimo che difficilmente si ritrova con altre pratiche se non con la meditazione trascendentale profonda.

In occidente il massaggio tantrico ha svariate interpretazioni giuste o sbagliate che siano l’importante è approcciare con dei Tantrika preparati e consapevoli e che in primis attuano nel loro stile di vita le conoscienze yogiche che sublimano le proprie filosofie di vita.

Come Approcciare ad un Massaggio Tantra in Maniera Ottimale ultima modifica: 2016-08-07T15:09:46+00:00 da Luisa